Mission

 

Le ragioni di una scelta

L’istituzione della Sezione di Psichiatria, all’interno del Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno-Infantili si è resa indispensabile per il particolare assetto che oggi risulta emergere nell’ambito delle ricerche sulla malattia psichica: in questo ambito, che viene sempre più ampliando la sua area di interesse scientifico e di importanza medica e sociale, convergono una serie di discipline e di orientamenti di ricerca che, a partire dalla nosologia e dalla clinica, vanno dalla psicofarmacologia, alla biologia, alla genetica, alla psicodinamica, alle scienze comportamentali, alle impostazioni relazionali, alla sociobiologia e alle scienze sociali.

All’interno della Sezione di Psichiatria esistono linee di ricerca nosologico-clinica che, a partire dall’esperienza e dalla pratica clinica derivanti dalle strutture convenzionate gestite dal personale afferente alla Sezione stessa, prendono in considerazione le più recenti impostazioni classificatorie (dall’ICD10 al DSM IV) che hanno profondamente mutato le categorie nosologiche e conseguentemente l’attività diagnostico-terapeutica riguardante la malattia mentale.

Il Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno-Infantili rappresenta un rilevante strumento per coordinare disparati ambiti di ricerca che concorrono alla comprensione più approfondita della Clinica Psichiatrica e del funzionamento della psiche normale e patologica e precisamente:

  1. L’area più strettamente biologica, attraverso il campo di ricerca, già da tempo in atto presso la Clinica Psichiatrica, di orientamento psicofarmacologico: valutazione clinica degli effetti, valutazione dei risultati, applicazione di rating scales, sperimentazione di nuovi farmaci.

     

  2. L’ambito psicometrico è un filone di ricerca che, coordinato all’attività clinica e alla ricerca clinico-nosologica, contribuisce alla definizione e al chiarimento dei parametri comportamentali e di risonanze interiori. Un laboratorio di Psicometria, già in funzione nella Clinica Psichiatrica e condotto da personale qualificato, viene ad inserirsi nel Dipartimento.

     

  3. La funzione scientifica di coordinazione del Dipartimento ha speciale sviluppo nell’integrazione tra le componenti cliniche (da quelle diagnostiche a quelle psicofarmacologiche, a quelle sociodinamiche) e le dimensioni dinamiche, in modo particolare psicoanalitiche, data l’affluenza nella struttura di competenze specifiche di tipo analitico che riguardano campi della ricerca e di conoscenza particolarmente importanti, come le psicoterapie analitiche ed integrate delle nevrosi, delle psicosi o comunque delle forme psichiatriche gravi, le tecniche e le ricerche analitiche sui gruppi, e le applicazioni della psicoterapia nell’ambito dell’istituzione.
    Questa confluenza di competenze psichiatriche e psicoanalitiche, legata alla presenza di filoni di ricerca e di insegnamento nell’ambito della terapia psichiatrica biologica e della psicoterapia, risulta un momento particolarmente significativo nel dipartimento.

     

  4. Accanto a questi filoni principali, altrettanto rilevante è nell’ambito dipartimentale l’articolazione con le aree comportamentali e relazionali della ricerca psichiatrica, ma soprattutto con le ricerche riguardanti le dimensioni sociopsichiatriche, come gli interventi extramurali, la coordinazione colle strutture territoriali dei Servizi Psichiatrici adiacenti, che da tempo collaborano strettamente con la struttura universitaria.

     

  5. Risulta evidente che, coordinando queste afferenze di ricerca, il Dipartimento ha anche la funzione di migliorare e affinare le attività didattiche che vengono a confluirvi, sia nell’ambito del Corso Ufficiale di Psichiatria nel Corso di Laurea in Medicina, sia della Scuola di Specializzazione in Psichiatria e Psicologia Clinica, che richiede appunto una forte integrazione di indirizzi clinico-scientifici, sia del Corso di Laurea Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica.

     

  6. Il Dipartimento è anche sede di una biblioteca, che, al momento attuale, risulta una delle poche in Liguria per ciò che riguarda le discipline psichiatriche, e di una collaterale attività computerizzata, intervenendo quindi in modo molto utile nel supporto alla ricerca, non solo nell’ambito del Dipartimento, ma in quello più vasto della psichiatria regionale.
Pubblicato Lunedì, 06 Agosto 2012 09:03
Scritto da Webmaster